Torna a Eventi FPA

Comunicati stampa Manifestazione

La coesione chiave per la politica che guarda al futuro. A FORUM PA 2016 i Sottosegretari De Vincenti e Giacomelli “Con la banda ultralarga riscopriamo il gusto di fare le cose”

Gare per la banda ultra-larga entro l’estate, per avviare nuovi cantieri entro l’autunno. È l’annuncio fatto dai sottosegretari Antonello Giacomelli e Claudio De Vincenti intervenendo questo pomeriggio a FORUM PA all’incontro “La politica di coesione costruisce il futuro”, organizzato in collaborazione con l’Agenzia per la Coesione Territoriale. Dibattito che ha visto la presenza, tra gli altri, anche di Charlina Vitcheva, Direttore generale crescita intelligente e sostenibile per la Commissione Europea, e Vincenzo Donato, capo Dipartimento politiche di coesione della Presidenza del consiglio.

“Uno degli aspetti più importanti anche per la pubblica amministrazione è fare innovazione, lo dice il titolo che abbiamo scelto per questa edizione di FORUM PA: il Paese che cambia, cambia la PA, che cambia il Paese – ha spiegato in apertura dell’incontro Carlo Mochi Sismondi, Presidente di FPA, società organizzatrice dell’evento – Certo l’innovazione ha un costo, ma costa di più non innovare. La politica di coesione non è una politica per gestire l’ordinario ma una politica per costruire un futuro migliore”.

Innovazione del sistema produttivo, potenziamento delle infrastrutture e delle reti digitali, sviluppo delle aree metropolitane, specializzazione intelligente dei territori sono i pilastri su cui il nostro Paese baserà l’utilizzo dei fondi europei della Programmazione 2014-2020. Il Governo ha tracciato una strategia articolata che comprende un forte endorsement politico, come dimostrano i patti territoriali siglati con città e Regioni e una governance chiara con il ruolo importante che l’Agenzia svolgerà nella fase di coordinamento e attuazione.

L’Italia è al terzo posto per fondi ricevuti nel riparto dei Fondi strutturali 2007-2013 dopo Polonia e Spagna e tra i primi per la programmazione 2014-2020 – ha sottolineato Charlina Vitcheva, Direttore generale Crescita intelligente e sostenibile della Commissione Europea – Una delle chiavi per l’innovazione è anticipare i cambiamenti. In futuro l’Europa sarà ancora più orientata alla valutazione dei risultati ottenuti e delle performance, così come sul fronte della semplificazione e sull’attenzione alla vicinanza al territorio dei progetti proposti”.

Il nostro ruolo è monitorare e vegliare sull’attuazione di questi patti. L’Agenzia potrà supportare territori e amministrazioni a evitare sovrapposizioni e sfruttare al massimo le sinergie – continua Maria Ludovica Agrò, direttore generale dell’Agenzia per la coesione territoriale – Per l’Europa la politica di coesione è stata fonte di ispirazione per i padri fondatori, nessuno deve rimanere indietro, la politica deve colmare i divari”. “Senza la coesione non c’è cittadinanza italiana e nemmeno europea, essere cittadini significa avere i medesimi diritti e obblighi, e poterne godere effettivamente”, ha detto invece Vincenzo Onorato, capo Dipartimento politiche di coesione della Presidenza del consiglio dei ministri.

Dopo gli interventi di Enzo Bianco (sindaco di Catania), Paolo Di Laura Frattura (presidente della Regione Molise), Gerardo Mario Oliverio (presidente della Regione Calabria) e Guido Fabiani (assessore Attività Produttive della Regione Lazio), hanno poi preso parola i relatori più attesi, i sottosegretari Giacomelli e De Vincenti, che hanno affrontato il tema caldo della rete Internet.

“Sulla Banda larga il Cipe ha trovato 5 miliardi di euro di fondi pubblici, una ricerca mai fatta prima, alcuni fondi li stiamo già utilizzando, abbiamo fatto gli accordi con le Regioni e portato avanti il negoziato con Bruxelles. Se avessimo lasciato fare gli operatori avremmo avuto 7.300 Comuni esclusi dalla banda ultra-larga – spiega Antonello Giacomelli, sottosegretario di Stato allo sviluppo economico – Contiamo di far partire tutti i bandi prima della pausa estiva e di arrivare entro il 2020, usando termini calcistici, dalla zona recessione dove ci trovavamo alla zona Champions League, questa è l’ambizione”.

“Posso anticipare con grande sicurezza che sui fondi strutturali 2007-2013 siamo al pieno assorbimento delle risorse grazie al lavoro fatto dal Governo con le Regioni e i Comuni, che ha fatto svoltare la situazione del passato con un impegno amministrativo fortissimo. E contemporaneamente abbiamo preparato la nuova programmazione 2014-2020 – sottolinea Claudio De Vincenti, sottosegretario di Stato alla Presidenza del consiglio dei ministri – Sulla banda ultra-larga già ci sono cantieri aperti in 720 Comuni che si chiudono entro fine anno e nuovi bandi arriveranno entro l’estate, altri in autunno e inverno. La volontà politica del Governo insomma è ritrovare il gusto del fare, finendo le opere utili e accettando anche la possibilità di fare errori, ma consentendo ai cittadini di poter dire che vivono meglio. Questo è il senso dell’operazione che stiamo facendo, poi saremo misurati sui risultati e non sui libri dei sogni, anche dall’Europa, ed è bello e giusto che sia così”.

———————————————————————————————————–

Ufficio stampa della Manifestazione FORUM PA 2016
Mec&Partners
tel. 051 4070658
Patrizia Semeraro | [email protected] |  347 6867620
Luciana Apicella | [email protected] | 335 7534485
Tiziana Arena | [email protected] | 327 6682158

Ufficio Stampa FPA
Michela Stentella, Eleonora Mosetti | [email protected] | tel. 06 684251

Allegati

Torna a Comunicati Stampa Manifestazione